Di Stefano (Sky): “Mihajlovic addio, Berlusconi ha deciso”

Sinisa Mihajlovic
Sinisa Mihajlovic (©Getty Images)

Ormai da tempo, forse troppo, si parla del futuro di Sinisa Mihajlovic sulla panchina del Milan. Le ultime stagioni negative sono state caratterizzate dal cambio di ben 3 allenatori, e la prossima estate si prospetta un nuovo cambio. I rapporti tra il tecnico e Silvio Berlusconi non sembrano dei migliori, con il presidente deluso dal campionato che sta facendo la squadra. Unica nota positiva finora è la finale di Coppa Italia conquistata. Quest’oggi il n.1 rossonero ha toccato l’argomento allenatore, riferendo: “Mihajlovic? E’ prematuro parlarne adesso con ancora 9 giornate di campionato da disputare. La sua permanenza dipende dai risultati che otterrà al termine della stagione, coppa compresa”.

Alla luce di quanto detto, anche Peppe Di Stefano ai microfoni di Sky Sport 24, ha analizzato tale situazione: “La dichiarazione di oggi di Berlusconi (per leggere le sue dichiarazioni complete, clicca qui!) dà l’ufficialità: Mihajlovic non sarà sicuramente sulla panchina rossonera l’anno prossimo. La finale di Coppa Italia potrà dire e dare tanto, Mihajlovic è più vicino a lasciare che a restare: poi può succedere che a fine stagione le vinca tutte, compatti il gruppo e riporti un trofeo in bacheca. Il lavoro è stato fatto, ma bisogna chiuderlo bene. Se i rossoneri vinceranno, bisognerà riflettere, ma  se non ci sarà il successo credo Mihajlovic non sarà più alla guida della squadra”.

Sugli ultimi cambi di allenatore negli ultimi anni e sulle scelte di Berlusconi nel corso degli anni: “C’è la possibilità concreta che il Milan possa cambiare 4 allenatori in 3 anni. Forse non era il caso di cacciare nemmeno Allegri viste come sono andate le cose dopo. Berlusconi sugli allenatori voleva sempre decidere: Sacchi, Capello, Allegri ed Ancelotti hanno vinto tutti per la prima volta in carriera al Milan, ma non è sempre colpa dell’allenatore”.

 

Giacomo Giuffrida – Redazione MilanLive.it