Milan, che idea: Sabatini nuovo d.s. al fianco di Galliani

Walter Sabatini
Walter Sabatini (Getty Images)

L’addio alla Roma è stato già certificato ed annunciato sabato sera, quando alle telecamere nel pre-partita del match contro l’Inter ha ammesso: “Ho chiesto la rescissione a giugno al presidente Pallotta, mi è sembrato disponibile. Non ho rimpianti, solo quello di non aver vinto nulla“. Parole e musica di Walter Sabatini che in estate chiuderà l’esperienza quinquennale con la squadra giallorossa ma è subito pronto ad abbracciare nuove sfide.

E secondo la Gazzetta dello Sport l’ultima proposta arrivata sulla scrivania del direttore sportivo di Marsciano giunge proprio dal Milan, club che ha sempre stimato il lavoro del dirigente. Ma chi ipotizzava una sorta di passaggio di consegne, con Sabatini pronto a rilevare Adriano Galliani sul ponte di comando, si sbaglia di grosso: pare che sia lo stesso Galliani a volere con se’ l’amico e rivale di tante trattative. I due hanno un ottimo rapporto, basti vedere le recenti operazioni per Andrea Bertolacci ed Alessio Romagnoli in estate oltre a quella per Stephan El Shaarawy lo scorso mercato invernale.

Galliani manterrebbe i gradi di amministratore delegato, faro dell’area tecnico-sportiva del Milan, mentre Sabatini sarebbe il nuovo d.s. a tutto tondo, in un ruolo più limitato rispetto a quello che occupa attualmente a Roma, relegato principalmente a scovare giovani talenti in giro per il mondo e ad interagire con gli altri club nelle trattative di cessioni, vista la nota abilità a rilevare ottime plusvalenze. Un binomio Galliani-Sabatini sarebbe un bel passo in avanti dal punto di vista dirigenziale per un club ultimamente poco organizzato.

 

Redazione MilanLive.it