Milan, Balotelli ora è un caso: ultima chance prima dell’addio

Mario Balotelli
Mario Balotelli (©Getty Images)

Caro Mario, non sei più Super. Questo il titolo dell’articolo durissimo da parte di Tuttosport che oggi dedica alcune sue colonne quotidiane al momento delicato di Balotelli, l’attaccante tanto discusso e chiacchierato che il Milan ha deciso, la scorsa estate, di provare a rilanciare. Sono ormai dieci anni che il giovane calciatore nativo di Palermo fa parlare di se’, prima con un talento impressionante fuoriuscito dalla Primavera dell’Inter, poi come talento tutto genio e sregolatezza. I primi litigi con José Mourinho, le due esperienze inglesi, il Milan accarezzato prima da vincente ed ora da figliol prodigo senza alcuna certezza.

Balotelli ha quasi 26 anni, ma per quanto si è parlato di lui e delle sue situazioni personali sembra ne abbia il doppio. Un calciatore che dovrebbe vivere il momento migliore della propria carriera, verso la maturazione definitiva, ma che continua a rappresentare un’enigma, un punto interrogativo, anche riportato nella società dove realmente è stato trattato come un gioiello prezioso. Lampi di Super Mario il Milan se li ricorda in quei sei mesi, da gennaio a giugno 2013, quando arrivò dal Manchester City e regalò reti e prestazioni superbe utili a mandare i rossoneri in Champions League.

Oggi Mario è un calciatore ai margini, a detta di Adriano Galliani ormai migliorato nei comportamenti fuori dal campo, quasi impeccabile. Ma non ha ancora la testa da atleta, da campione, non mostra mai la fame che dovrebbe avere un ragazzo come lui, tanto chiacchierato quanto talentuoso. Silvio Berlusconi gli ha lanciato l’ultima occasione: “Se dimostrerà di essere maturo nel comportamento e nel lavoro in campo faremo uno sforzo per tenerlo“. Mancano 9 partite e poi il suo futuro sarà più chiaro. O forse no, visto che a Liverpool non sono così felici di riprenderlo.

 

Redazione MilanLive.it