Home Milan News Milan, Menez: “Rispetto Mihajlovic, ma vorrei giocare. Futuro? Vedremo”

Milan, Menez: “Rispetto Mihajlovic, ma vorrei giocare. Futuro? Vedremo”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:41
Jeremy Menez
Jeremy Menez (©Getty Images)

Jeremy Menez nella scorsa stagione è stato il capocannoniere del Milan di Filippo Inzaghi, ma in quella in corso per molti mesi non ha potuto giocare a causa di un problema alla schiena e al rientro ha palesato di avere una condizione psico-fisica ancora non ideale. Sinisa Mihajlovic non si fida ancora di lui e di recente contro la Lazio c’è stato anche un episodio spiacevole che ha visto il francese rifiutarsi di scaldarsi per entrare in campo contro la Lazio. Un comportamento poco apprezzato.

Il numero 7 rossonero ha concesso una lunga intervista a RMC Sport in cui ha parlato di diversi temi, a partire da quanto capitatogli la scorsa estate alla schiena: “Dopo la mia ultima partita in aprile-maggio dello scorso anno, ho sentito dolore alla schiena. Ho riposato due o tre settimane per vedere se sarebbe passato, facendo solo la cura. Dopo aver visto un chirurgo che ha detto che fosse un ernia, mi sono fatto operare per la seconda volta (dopo il 2013, ndr). Sei settimane dopo l’operazione, si è scoperto che avevo un’infezione. E il nuovo trattamento mi ha fatto perdere dei mesi”.

All’ex giocatore del Paris Saint-Germain è stato poi chiesto quali siano i suoi obiettivi per questa ultima parte di stagione: “Ho obiettivi piuttosto collettivi. Soprattutto la finale della Coppa Italia (21 maggio contro la Juventus, ndr). Sarebbe bello vincere, perché è ciò che il club si aspetta. Sarebbe una bella ricompensa, che ci garantirebbe la qualificazione per l’Europa League. Personalmente, vorrei giocare il maggior numero di partite”.

Capitolo Mihajlovic: “Rapporto normale. E’ un bravo allenatore, io faccio il giocatore. Lui è responsabile delle scelte per il bene della squadra e io devo rispettarle”.

Per quanto riguarda il futuro Menez non si è sbilanciato: “Onestamente, mi sento bene qui. Con l’infortunio che ho sperimentato quest’anno, è stato complicato. Non ho potuto fare buone prestazioni e aiutare la squadra. Ho pensato soprattutto a guarire per tornare. Poi non sappiamo cosa può succedere”.

 

Redazione MilanLive.it