Cessione Milan, la cordata ha l’ok del Governo cinese

Silvio Berlusconi
Silvio Berlusconi (©Getty Images)

Il Corriere della Sera di oggi svela ulteriori aggiornamenti riguardo la questione della cordata cinese interessata fortemente alla maggioranza del Milan. Il gruppo orientale, ancora non uscito potenzialmente allo scoperto, si starebbe continuando a muovere tra pratiche burocratiche e situazioni tecniche per accelerare i tempi e proporre a Silvio Berlusconi un’offerta concreta per le quote rossonere entro l’estate.

Oltre alle conferme dell’advisor Sal Galatioto, arriverà a breve anche l’ok definitivo del Governo cinese; pare infatti che i membri della cordata abbiano presentato ufficialmente la richiesta per l’autorizzazione ad agire e proseguire la trattativa, con tanto di presentazione della due diligence. Vista l’egemonia del Governo nazionale su quasi tutte le questioni finanziarie del paese, è necessario che arrivi il sì per l’operazione Milan da parte del cuore controllante della Cina.

Al momento le reali intenzioni di Berlusconi non sono chiare, anche se da Arcore filtrano segnali non proprio convinti del Cavaliere, il quale ancora non ha deciso se cedere alla ricca cordata cinese gran parte delle sue quote accettando una valutazione del pacchetto Milan inferiore a quella data un anno fa dall’altro importante interlocutore orientale, il broker Bee Taechaubol oggi sparito nel nulla.

 

Redazione MilanLive.it