Kevin Prince Boateng
Kevin Prince Boateng (©Getty Images)

Non potevano essere così positive e ricche di elogi le pagelle assegnate oggi dalla Gazzetta dello Sport alla prestazione dei calciatori del Milan, scesi in campo contro il Carpi per il posticipo della 34.a giornata di campionato. Tanti bocciati tra i titolari scelti da Cristian Brocchi ieri sera, soprattutto i calciatori che avrebbero dovuto dare un input migliore in fase offensiva o nella costruzione dell’azione rossonera.

Cominciando dalle note liete, la ‘rosea’ decide ancora di premiare Gianluigi Donnarumma come migliore tra i milanisti, autore di una parata salvifica e decisiva nel finale dopo aver passato il resto della serata quasi nell’inattività assoluta. Il fatto che contro un Carpi tutto difesa e contropiede il migliore risulti il portiere del Milan è dato preoccupante. Semplice il lavoro della difesa, tra cui spicca un Alex sempre in buona forma, mentre sorprende l’ingresso di Jose Mauri, subito attivissimo e pericoloso, molto più brillante di tanti titolari dal nome ben più altisonante.

Le pagelle della Gazzetta
Le pagelle della Gazzetta

Troppe invece le bocciature, la più bruciante quella di Kevin Prince Boateng, considerato fuori condizione, senza un barlume di idea, poco a suo agio nel giocare anche in quel ruolo che lo rese protagonista nel Milan di qualche anno fa. Irriconoscibile il ghanese, così come Carlos Bacca, più nervoso che attivo in campo. Male anche Mario Balotelli, che gira al largo inspiegabilmente dalla porta di Belec, così come capitan Riccardo Montolivo, che dopo la buona prova di Genova soffre il pressing del Carpi e non riesce mai ad innescare i suoi compagni in attacco.

 

 

 

 

Redazione MilanLive.it