Silvio Berlusconi Sinisa Mihajlovic
Silvio Berlusconi e Sinisa Mihajlovic (foto acmilan.com)

Si è detto in più occasioni che da tempo Silvio Berlusconi meditasse l’esonero di Sinisa Mihajlovic e la promozione sulla panchina del Milan di Cristian Brocchi, pupillo del presidente per la sua bravura nel far giocare bene le sue squadre nel settore giovanile. Una scelta poi avvenuta in seguito alla sconfitta di San Siro contro la Juventus e che è stata accompagnata da non poche critiche, soprattutto dei tifosi.

L’allenatore serbo era riuscito a conquistarsi la simpatia di molti, sia nella tifoseria che all’interno della squadra, e pertanto il suo esonero è stato parecchio discusso. Inoltre la sensazione è che con l’avvento dell’ex tecnico della Primavera non sia cambiato granché e in parte è normale che sia così, visto che parliamo comunque di una figura con poca esperienza e che in breve tempo non può stravolgere tutto trasformando dei discreti giocatori in campioni.

Secondo quanto rivelato dal quotidiano La Stampa, ci sarebbe già dello scetticismo attorno a Brocchi e nei salotti politici comincia già a circolare la voce di un pentimento da parte di Berlusconi per aver licenziato Mihajlovic. Un’indiscrezione che ci lascia perplessi, visto che il presidente non era certo tra gli ammiratori di Sinisa. Però oggi è stata lanciata dalla giornalista Laura Bandinelli, molto attenta alle vicende di casa Milan, e dunque la riportiamo. Poi ciascuno è libero di farsi una propria idea.

 

Redazione MilanLive.it