Ricardo Oliveira (Getty Images)
Ricardo Oliveira (Getty Images)

Fra le tante meteore acquistate dal Milan nel corso degli anni, non può non esserci spazio per il brasiliano Ricardo Oliveira. Arrivato in rossonero con la nomea di bomber e con l’etichetta di “erede di Andrij Shevchenko”, non mantenne le promesse e mise a segno solo 5 reti in 37 presenze. Davvero molto poco, soprattutto considerando i 17 milioni spesi per portarlo a Milanello.

Un’annata deludente, sì, ma che gli ha dato la possibilità di mettere nel Palmares personale una Champions League. In un’intervista concessa a Goal.com, l’attaccante (ora 35enne del Santos) ha così raccontato la sua esperienza con il Milan: “E’ stato un periodo in cui ho imparato tantoHo anche vinto un trofeo come la Champions League. Non posso dire se la mia avventura al Milan non sia stata positiva. Non sono riuscito a segnare tanti goal come in altri club in cui ho giocato, ma per la mia carriera è stata una grande esperienza. Ho potuto giocare con grandi giocatori e vincere un titolo fra i più importanti“.

 

Redazione MilanLive.it