marcello lippi
Marcello Lippi (©getty images)

Mancano venticinque giorni a MilanJuventus, finale secca di Coppa Italia che si disputerà sul neutro dell’Olimpico di Roma. Un match che secondo La Gazzetta dello Sport vale tantissimo per Cristian Brocchi ed il suo futuro in rossonero. Difficile auspicare di vedere una squadra che possa giocarsela ad armi pari contro i campioni d’Italia, vista la differenza in classifica e le ultime prove contro Carpi e Verona, ma la squadra dovrà provarci anche per il suo allenatore.

Il destino di Brocchi è dunque appeso ad un filo e determinato da tre possibilità diverse: la prima è che al Milan arrivino investitori stranieri pronti ad acquisire la maggioranza del club, saranno dunque loro a scegliere il prossimo allenatore rossonero. La seconda è la vittoria della Coppa Italia che garantirebbe a all’attuale mister la permanenza secondo i piani di Silvio Berlusconi. La terza è la più amara: in caso di flop nella finale di Roma, il giovane tecnico sarà lasciato andar via ed il club punterà su un ennesimo nuovo condottiero con cui rilanciarsi.

Il nome più gettonato è sempre Marcello Lippi, già contattato mesi fa, pronto a riproporsi nel calcio che conta dopo l’esperienza in Cina. L’ex c.t. azzurro è nome molto gradito a Milanello e sarebbe una scelta in controtendenza rispetto alle recenti filosofie basate su allenatori per lo più giovani ed in rampa di lancio. La maturità di Lippi potrebbe essere la soluzione ideale alle crisi d’identità di un Milan ancora traballante, però dovrà avere a disposizione un gruppo di giocatori all’altezza per poter lavorare bene e raggiungere gli obiettivi.

 

Redazione MilanLive.it