Silvio Berlusconi
Silvio Berlusconi (©Getty Images)

Il Corriere della Sera scrive che Silvio Berlusconi sta ancora riflettendo in merito alla cessione del Milan ai cinesi. La sua decisione di vendere lo porterebbe a privarsi della maggioranza delle quote e dunque del controllo di un club che ha guidato per trent’anni, vincendo tanto nei primo ventennio e molto meno successivamente. I conti del bilancio sono in pesante passivo, -91 nel 2014 e -89 nel 2015. Per rilanciare i colori rossoneri servono investimenti che lui non sembra più intenzionato ad effettuare.

Il presidente non è stato mai così vicino a lasciare la maggioranza del Milan, dopo che per lungo tempo aveva dichiarato che era disposto a cedere solo quote azionarie minoritarie.

Martedì sera ad Arcore c’è stata una cena tra Silvio Berlusconi, i figli e i vertici Fininvest per discutere dell’offerta della cordata cinese. Il Corriere della Sera spiega che i tecnici stanno mettendo a punto il dossier, ma il più è fatto. Adesso deve essere l’ex premier a decidere se firmare per concedere la trattativa in esclusiva. Sarebbe un passo importante verso la vendita, dato che si tratterebbe di prendere un impegno serio con tanto di vincoli e penali incluse.

Il gruppo di investitori cinese intende acquisire un’ampia maggioranza delle quote del Milan, almeno il 70%, nell’ambito di una valutazione complessiva del club da circa 650-700 milioni di euro. Una settimana fa è partita una due diligence approfondita per controllare lo stato dei conti del bilancio.

Silvio Berlusconi dovrebbe prendere una decisione definitiva entro la metà della prossima settimana. Quindi per mercoledì dovremmo sapere se il Milan sarà ceduto. Poi saranno i vertici di Fininvest ad occuparsi a ratificare. Se arrivasse il sì del presidente, l’iter poi sarebbe abbastanza rapido. In un mese si arriverebbe alla firma del contratto preliminare, che prevede anche la definizione della governance societaria. I cinesi hanno già chiara la propria squadra, anche se l’identità degli investitori presenti nella cordata rimane ancora incerta.

 

Redazione MilanLive.it