Adriano Galliani
Adriano Galliani (©Getty Images)

E’ stata una settimana molto difficile per il Milan. Prima la clamorosa sconfitta di Verona, poi l’assemblea dei soci di giovedì che ha visto scatenati i Piccoli Azionisti dei rossoneri. Adriano Galliani è stato sicuramente quello maggiormente incolpato per i suoi ultimi anni di gestione, che hanno portato la squadra ad un chiaro ed evidente ridimensionamento.

Intanto l’amministratore delegato rossonero resta concentrato su questo finale di stagione. Il Milan, oltre ad un Europa League da conquistare, deve giocare anche la finale di Coppa Italia. Oggi, contro il Frosinone, è una sfida molto delicata per il futuro, di Cristian Brocchi ma non solo. Nel pre-partita, come di consueto, Galliani ha parlato ai microfoni di Premium Sport. Queste le sue dichiarazioni sul successo della Juventus e di Massimiliano Allegri: “Faccio i complimenti ad Allegri, a cui sono molto affezionato. Va ringraziato, perché grazie al loro scudetto noi siamo in finale di Supercoppa. Sono contento per lui. Ora devono rilassarsi un pochino (ride, ndr)”.

L’amministratore delegato parla così di questa settimana di lavoro a Milanello e smentisce la voci su Manuel Pellegrini: “In settimana vedo bene il Milan. E’ strano, vedo dei buonissimi allenamenti e calciatori impegnati, quindi non riesco a dare risposte. Vediamo… Pellegrini? Al momento non ci stiamo pensando. Lasciamo finire quest’anno e vediamo come va, con la speranza possa rimanere Brocchi“.

Il momento storico della Milano calcistica è molto negativo. Galliani spiega: “La vita è fatta di cicli, noi siamo l’ultima squadra a vincere lo scudetto prima della Juventus… I tifosi devono sperare che Milan e Inter si riprendano, senza dimenticare la storia e senza dimenticare che le due ultime Champions italiane sono milanesi. Tutto è ciclico nella vita, in questo momento Milano è in difficoltà, ma passerà. Nuovi arrivi in società? Non parlo“.

 

Redazione MilanLive.it