José Mauri
José Mauri (©Getty Images)

Il Milan ha pareggiato 3-3 contro il quasi retrocesso Frosinone. Il centrocampista rossonero José Mauri, oggi autore di una prestazione non molto positiva, ha commentato il match ai microfoni di Milan Channel. Di seguito la sua analisi: “Orgoglioso per aver giocato la mia prima partita da titolare a San Siro, peccato che è stata una soddisfazione a metà. Per tutto il match siamo stati noi all’attacco, il risultato è sicuramente bugiardo. I tre gol sono stati tre episodi e il loro portiere ha parato l’impossibile. La squadra è stata unita fino al 90′. Mi sembrava che l’arbitro spesso non fischiava, la punizione doveva essere calciata almeno due metri più indietro”.

Sulla sua prestazione invece ha riferito: “Sono uno che gli piace arrivare vicino alla porta. Oggi non ho tirato ma spero, con le prossime partite, di prendere più fiducia con la palla. Non penso ai problemi societari – riporta acmilan.com -, il mio lavoro è allenarmi e dare il massimo. Donadoni è la persona più importante della mia vita calcistica, è stato un padre-allenatore e spero di far bene contro il Bologna settimana prossima. Spero in un bel risultato a Bologna per tutti e per i tifosi”.

 

Giacomo Giuffrida – Redazione MilanLive.it