Silvio Berlusconi
Silvio Berlusconi (©Getty Images)

Silvio Berlusconi scettico, ma una decisione andrà presa se possibile in breve tempo. L’affare riguardo la cessione delle quote Milan al consorzio cinese è sempre intriso di una vena di mistero e sfiducia, soprattutto se si guardano gli atteggiamenti dell’attuale presidente rossonero, ancora indeciso sul da farsi. Entro le prossime 48 ore, come scrive Tuttosport, Berlusconi dovrà pronunciarsi almeno sul contratto d’esclusiva in favore degli investitori orientali.

Il Cavaliere però ha ottenuto un diritto di recessione da tale patto firmato, senza incorrere in clamorose penali. Gli uomini Fininvest, che stanno lavorando notte e giorno per avvicinare le parti, sanno che la volontà di Berlusconi è spesso soggetta a cambi repentini e volubili, quindi stanno preparando una via di fuga legale nel caso in cui il patron decidesse seriamente di tenersi il Milan e allontanare i cinesi. Vuole fare chiarezza sull’identità degli imprenditori che compongono la cordata, anche perché le garanzie dell’advisor Sal Galatioto non bastano.

Intanto i tempi si dilatano, un male per la sfera tecnica del Milan che rischia di cominciare il mercato estivo senza conoscere il destino del club e della dirigenza, anche per un discorso di budget da poter spendere. Per il bene della squadra servirebbero decisioni definitive immediate; anche le scelte riguardo il nuovo allenatore e il destino di Cristian Brocchi sono congelate.

 

Redazione MilanLive.it