Sebastiano Rossi
Sebastian Rossi (Corriere TV)

Sebastiano Rossi, portiere del Milan dal 1990 al 2002, ha rilasciato un’intervista ai microfoni di Corriere TV e ha parlato anche della situazione attuale del club rossonero: “I risultati non ci sono. E’ una piazza difficile, perché comunque si veste la maglia di una società storica. Le pressioni sono tante e i tifosi vogliono risultati. Anche se i tifosi del Milan vogliono soprattutto vedere gente che in campo lotta  e si dà da fare“.

La squadra di Cristian Brocchi nella prossima giornata di campionato affronta il Bologna, strapazzato per 6-0 dal Milan di Arrigo Sacchi 25 anni fa. L’ex estremo difensore ricorda: “In quegli anni lì capitava che segnassimo tanti gol nella stessa gara, non era facile per quelli che ci incontravano e neanche per me, che ero impegnato veramente poco. Però quel poco dovevo farlo al massimo, perché altrimenti se ne accorgevano tutti“.

Sebastiano Rossi ha avuto la fortuna di giocare in un Milan che in difesa aveva un quartetto di campioni composto da Mauro Tassotti, Franco Baresi, Alessandro Costacurta e Paolo Maldini: “Era bello giocare con loro davanti. Oggi vedo portieri che quando hanno la palla in mano non sanno a chi giocarla, perché i difensori si girano dall’altra parte. Per me invece è un piacere perché tutti si proponevano“.

L’ex portiere ha avuto modo di giocare anche con un fuoriclasse come Marco van Basten: “Sì mi faceva vedere i sorci verdi, ma anche io a lui. Una grande squadra di vedere anche per come si allena. Io mi sono sempre guadagnato il posto da titolare sul campo, allenandomi bene“.

 

Redazione MilanLive.it