Mattia De Sciglio
Mattia De Sciglio (©Getty Images)

Mattia De Sciglio in BolognaMilan giocherà sicuramente titolare sulla fascia sinistra della difesa dato che Luca Antonelli è fuori per infortunio. Sarà importante il suo apporto sia in fase di spinta che di ripiegamento, dovrà dare qualcosa in più rispetto alle passate apparizioni un po’ scialbe.

Il terzino rossonero è intervenuto oggi da Milanello ai microfoni del canale tematico Milan Channel e ha esordito parlando del recente deludente pareggio per 3-3 a San Siro contro il Frosinone, arrivato dopo la sconfitta di Verona contro l’Hellas e l’altro pari casalingo contro il Carpi: “Una squadra che vuole arrivare in Europa come noi non si può permettere di prendere tre gol in casa dal Frosinone, con tutto il rispetto, a maggior ragione in casa. Non possiamo permetterci di rischiare di giocarci l’accesso in Europa solo con la Coppa Italia. L’obiettivo è riuscirci riprendendoci il sesto posto con un atteggiamento diverso“.

La parola atteggiamento si è sentita più volte in questa stagione in riferimento ai giocatori del Milan, i quali non sempre hanno avuto la mentalità giusta nell’affrontare le partite. De Sciglio batte su questo tasto: “Per noi l’Europa è importante, per una squadra come il Milan si deve tornare in Europa. Vogliamo arrivare in Europa attraverso il campionato, sarà una gara difficile, ma dobbiamo entrare in campo per i tre punti. Quando si scende in campo bisogna avere la forza di non sentire niente e nessuno e concentrarsi solo sulla partita. Quello che è all’esterno non ti deve toccare perché ti influenzerebbe e condizionerebbe la partita“.

Infine il giovane rossonero parla della Finale di Coppa Italia contro la Juventus e dell’impatto di mister Cristian Brocchi sulla squadra: “Bisogna lavorare bene, arrivando ben preparati attraverso queste ultime due partite di campionato, che sono molto difficili. Era chiaro che non si potesse vedere un cambio drastico in pochi giorni con Mister Brocchi. La squadra sta assimilando sempre di più le sue idee e col tempo si vedrà il cambiamento nel gioco“.

 

Redazione MilanLive.it