Luiz Adriano
Luiz Adriano (©Getty Images)

Un Milan vincente ma brutto da vedere quello di ieri a Bologna, che coglie i tre punti grazie ad un rigore di Carlos Bacca e ad una superiorità numerica neanche troppo sfruttata dal 12′ minuto in poi. Le prestazioni individuali dei rossoneri risultano altalenanti e ancora una volta disunite, come evidenziato dalle classiche pagelle del day-after redatte dalla Gazzetta dello Sport.

Tra i promossi spuntano alcuni elementi a sorpresa, quasi redivivi dell’ultima ora, mentre il reparto di centrocampo continua ad essere un cruccio negativo per Cristian Brocchi, ancora incapace di assemblare la manovra partendo dalle zone mediane. Dunque promozioni sorprendenti e conferme negative al Dall’Ara.

Bologna-Milan, le pagelle della Gazzetta

Le pagelle della Gazzetta
Le pagelle della Gazzetta

Voto alto per Luiz Adriano, migliore in campo nel Milan più che altro per il rigore conquistato con un guizzo isolato bloccato in maniera irregolare da Da Costa. Nella ripresa va anche a sfiorare il raddoppio con generosità. Tra i promossi troviamo i redivivi Philippe Mexes e Davide Calabria, entrambi positivi nell’interpretazione dell’incontro. Basti pensare che il francese risulta l’uomo più pericoloso dei suoi con un paio di volée da applausi.

Ancora da bocciare invece la prova dei centrocampisti; Juraj Kucka sembra il gemello cattivo di quello visto fino all’esonero di Sinisa Mihajlovic, corre a vuoto e senza logica. Riccardo Montolivo gioca a ritmi bassissimi senza tirar fuori un’idea diversa dal solito. Anche Carlos Bacca non convince: seconda prestazione insufficiente e seconda rete consecutiva, nonostante la scarsa partecipazione al gioco.

 

Redazione MilanLive.it