berlusconi galliani
Silvio Berlusconi e Adriano Galliani (©Getty Images)

Dopo la tempesta torna il sereno, anche riguardo l’affare che dovrebbe portare la famiglia Berlusconi a cedere le quote di maggioranza del Milan dopo trent’anni di regno. La cordata cinese è ancora in trattativa, con un ottimismo rinnovato e segnali positivi che arrivano dalle sedi Fininvest. Le sparate del presidente Silvio Berlusconi, soprattutto quelle sulla volontà di cedere il club preferibilmente in mani italiane, hanno raffreddato il tutto ma si è trattato solo di dichiarazioni di facciata, spinte dall’amore per questa società.

Come scrive oggi la Gazzetta dello Sport, il gruppo cinese, collegato all’advisor Sal Galatioto e alla sua società di consulenza finanziaria, torna a sorridere ed a lavorare alacremente per arrivare ad un patto d’esclusiva con Fininvest; ieri ennesima giornata di contatti, tra l’a.d. Pasquale Cannatelli e il consorzio asiatico, che intende accelerare ed affrettare i tempi portando sul tavolo delle trattative tutte le carte ideali per chiudere l’operazione.

Si aspetta dunque il sì di Silvio Berlusconi, ormai sempre più propenso alla cessione del suo Milan; la firma dell’esclusiva, non vincolante, potrebbe arrivare entro la fine della settimana, magari già oggi o domani. Le impressioni più recenti comunque parlano di un convincimento quasi totale per il patron milanista. Lo stesso Berlusconi potrebbe ancora fare un passo indietro anche dopo le firme preliminari, ma l’ipotesi per ora sembra scongiurata.

 

Redazione MilanLive.it