Zlatan Ibrahimovic
Zlatan Ibrahimovic (©Getty Images)

CALCIOMERCATO MILAN – Il primo passo è stato fatto, ora in casa Milan si attende un’accelerazione per chiudere la trattativa con i cinesi che segnerà una svolta societaria ed economica nello storico club rossonero. Una svolta anche per il mercato perché entro giugno potrebbero arrivare fondi e liquidi dal valore assoluto per rinforzare una rosa non proprio eccellente.

Ecco dunque che La Gazzetta dello Sport torna sull’affare Zlatan Ibrahimovic, il calciatore probabilmente più sognato dai tifosi milanisti, che con lo svedese in campo trionfarono per l’ultima volta con lo Scudetto e la Supercoppa Italiana 2011. Un nome insomma che farebbe tornare la gente allo stadio con entusiasmo ed ottimismo, ma vi sono vari ostacoli da superare.

Calciomercato Milan, l’ostacolo al sogno Ibrahimovic

Con l’avvento dei cinesi dunque Zlatan Ibrahimovic diventa un nome meno impossibile; pensare che anche i cugini dell’Inter avrebbero fatto di recente un sondaggio per il fortissimo attaccante, con Roberto Mancini che lo rivorrebbe con se’ per ripercorrere certi lontani fasti vincenti. Ma il Milan resta in cima alla lista dei club apprezzati e ben voluti dallo stesso calciatore, che ha avvicinato l’ipotesi di un ritorno con alcune frasi al miele degli ultimi giorni.

Ibrahimovic arriverebbe a costo zero anche grazie agli uffici di Mino Raiola, che sta sondando il terreno a livello quasi mondiale per capire quale sarebbe la soluzione migliore per il campione svedese, con il Milan che come detto resta in lizza. L’unico problema al momento insormontabile è l’ingaggio: dal PSG percepisce più di 12 milioni annui, vale a dire un milione al mese. Cifre mostruose per le casse del club di via Aldo Rossi, che almeno a livello di monte stipendi dovrà ridimensionarsi anche con l’arrivo degli investitori asiatici. Difficile che Ibra possa accettare una decurtazione del compenso troppo alta, ma potrebbe avvicinarsi in maniera consistente, qualora lo volesse.

 

Redazione MilanLive.it