Cristian Brocchi
Cristian Brocchi (©Getty Images)

Il momento incredibilmente negativo del Milan lo si è capito anche dalla scelta di Christian Abbiati, portiere storico rossonero, che nel giorno del suo addio ha preferito restarsene in panchina senza una breve passerella finale, dicendo al mister di far entrare altri calciatori contro la Roma per evitare di prendere gol. Anche il più longevo calciatore della rosa attuale si vergogna di ciò che il Milan è oggi, ammettendo di ritirarsi perché non più in sintonia con il club.

Ennesima sconfitta morale per un Milan indecente e disastroso, che è riuscito a far peggio del previsto nelle gare che contavano per la lotta al sesto posto, ormai ufficialmente in mano al Sassuolo. Resta solo la finale di Coppa Italia, ma le speranze restano vane e minime visto che davanti si presenterà una squadra vera come la Juventus, corazzata a tratti imbattibile. E Cristian Brocchi? Impossibile dargli tutte le colpe del flop di fine stagione, ma finalmente ha mostrato carattere e irascibilità negli spogliatoi. Come riporta la Gazzetta dello Sport, il giovane tecnico, sempre in bilico tra permanenza o addio dalla panchina, si è sfogato pesantemente nella giornata di ieri.

Brocchi, negli spogliatoi di Milanello, si sarebbe scagliato con parole pesanti contro i propri giocatori: “La Roma contro di voi ha fatto un’amichevole: non hanno nemmeno sudato per battervi. Non avete mai reagito. Vi siete fatti prendere in giro. In vent’anni di calcio non ho mai visto uno spogliatoio come questo. Forza, rispondetemi: ho voglia di litigare con qualcuno”. Uno sfogo come quello che ebbe il suo predecessore Sinisa Mihajlovic alcuni mesi fa, segno che la mentalità della squadra è talmente a terra da non saper reagire, con calciatori che mettono il bene del Milan al secondo, terzo o ultimo posto.

 

Redazione MilanLive.it