Unai Emery
Unai Emery (©Getty Images)

Cristian Brocchi è ancora all’oscuro di tutto, il suo futuro è più nebuloso che mai, visto che il giovane allenatore del Milan passa dal leggere notizie che lo vedono poter proseguire la carriera sulla panchina rossonera ad altre che invece ne dettano già l’epitaffio per un esonero già scritto. L’ex mediano non sa neanche se il proprio destino dipenderà dalla finale di Coppa Italia anche se molto onestamente ha affermato di recente che una vittoria sulla Juventus non potrà cambiare il giudizio sulla sua mini-gestione.

Intanto Tuttosport, aspettando i responsi del campo nell’ultima gara stagionale di domani, prevede una bella lotta per subentrare a Brocchi in panchina, nel caso in cui Silvio Berlusconi dovesse decidere davvero per un ennesimo cambio alla guida tecnica. Oltre ai nomi di Vincenzo Montella, per ora bloccato dalla Sampdoria, Marco Giampaolo e Rudi Garcia rispunterebbe una candidatura di lusso, ovvero quella dello spagnolo Unai Emery, accostato al Milan sia la scorsa estate che in quella precedente.

L’allenatore iberico ha appena trionfato per la terza volta consecutiva in Europa League con il Siviglia, un record assoluto nonostante avesse iniziato la stagione disputando la Champions. Ad oggi arrivare ad Emery appare molto arduo, visto che sul tecnico di origine basca ci sono ormai gli occhi di mezzo continente. Ma una qualificazione europea del Milan tramite la Coppa Italia potrebbe avvicinare il tecnico al club rossonero, con la possibilità di continuare la propria buona tradizione su una panchina diversa da quella andalusa.

 

Redazione MilanLive.it