Home Calciomercato Milan Milan, riscatto El Shaarawy: la nuova proposta della Roma

Milan, riscatto El Shaarawy: la nuova proposta della Roma

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:03
Stephan El Shaarawy
Stephan El Shaarawy (©Getty Images)

CALCIOMERCATO MILAN – Adriano Galliani chiama, Walter Sabatini risponde. Stephan El Shaarawy resterà alla Roma: i capitolini hanno deciso di versare nelle casse del Milan i 13 milioni del riscatto stabilito e acquistare il calciatore in via definitiva. Dopo le otto reti segnate in sedici presenze, i giallorossi non potevano fare diversamente. La cura Luciano Spalletti, dopo i bruttissimi sei mesi al Monaco in Francia, ha letteralmente rivitalizzato il Faraone, che è tornato ad essere quello della prima parte di stagione del campionato 2012-2013. Le sue prestazioni hanno convinto tutti e quindi ora non si aspetta altro che l’ufficialità del riscatto definitivo. Ma ora è spuntata un’alternativa.

Calciomercato Milan: El Shaarawy, riscatto alternativo?

C’è ancora la Roma, quindi, nel futuro di El Shaarawy. Come rivelato da Galliani, i giallorossi hanno tempo fino al 21-22 giugno per esercitare l’opzione di riscatto. Ma secondo quanto riportato dall’edizione odierna de Il Tempo, Sabatini avrebbe in mente un’altra proposta: alzare la cifra da 13 a 14-15 e posticipare l’acquisto a titolo definitivo (stavolta con riscatto obbligatorio) nell’estate del 2017. Insomma, un rinnovo del prestito ma con la modifica del riscatto.

Un’idea interessante, ma che probabilmente il Milan non prenderà in considerazione. Lo stesso amministratore delegato rossonero, nell’intervista rilasciata a Mediaset Premium ieri, ha fatto ben capire che la società di via Aldo Rossi non è aperta ad altre operazioni. Nel caso in cui la Roma non dovesse riscattarlo, il Milan sarebbe pronto a riaccoglierlo a braccia aperte.

Ecco perché ci sembra poco probabile che questa nuova proposta di Sabatini possa andare in porto. I giallorossi dovranno riscattare El Shaarawy secondo le condizioni stabilite a gennaio. Per il Milan potrebbe rivelarsi un vero e proprio rimpianto, considerando le ottime prestazioni del Faraone in questi ultimi sei mesi del campionato. Intanto si prepara ad incassare i 13 milioni che, si spera, verranno reinvestiti sul calciomercato.

 

Redazione MilanLive.it