Cessione Milan, firma rinviata? Trattativa ferma sugli investimenti richiesti

Silvio Berlusconi
Silvio Berlusconi (©Getty Images)

Milan ai cinesi, si tratta senza sosta. I tifosi – e non solo – aspettano con ansia il prossimo 15 giugno (giorno in cui scade l’esclusiva) per scoprire quale sarà la risposta finale di Silvio Berlusconi. Ma, secondo quanto riportato da Sportmediaset, le negoziazioni potrebbero continuare anche oltre a questa data, vista la complessità dei documenti da analizzare e discutere. Ecco perché il giorno della firma potrebbe slittare.

Intanto l’ex Premier ha avuto la possibilità di conoscere i nomi che formano la cordata interessata al 70% delle quote rossonere. Fra queste, che dovrebbero essere 6 o 7, c’è sicuramente Evergrande, che già detiene una parte del Guangzhou. Ma, attualmente, la trattativa è ferma in un punto, cioè la richiesta del presidente rossonero di investire una somma stabilita ogni anno per il rafforzamento della rosa.

Sal Galatiolo e Nicholas Gancikoff stanno lavorando proprio su questo aspetto nelle ultime ore. Intanto oggi c’è stato il consueto pranzo ad Arcore fra Berlusconi, i suoi figli e i plenipotenziari di Fininvest; è probabile che, approfittando di questa occasione, il presidente parlerà proprio della possibile cessione del suo Milan.

 

Redazione MilanLive.it