Milan, tra un mese il raduno estivo. Ma con quale squadra?

Allenamento a Milanello (foto acmilan.com)
Allenamento a Milanello (foto acmilan.com)

Un mese esatto e il Milan comincerà ufficialmente la nuova stagione, con il raduno a Milanello che dunque darà il via a quella che dovrà forzatamente essere l’annata del rilancio, dopo tre flop consecutivi lontani dalle vette della classifica e dall’Europa che conta. Il club rossonero è atteso dunque all’ultimo banco di prova, ma con quali prospettive? A trenta giorni dallo start sono pochissime le certezze all’interno della squadra rossonera.

Il Corriere dello Sport spiega come le questioni ancora lunghe e tortuose riguardo la cessione delle quote di maggioranza alla cordata cinese stanno bloccando la costruzione della squadra. Adriano Galliani, che con ogni probabilità sarà ancora l’uomo del mercato, aveva cominciato a programmare alcuni primissimi interventi, bloccando Unai Emery come allenatore, sondando il terreno per vari calciatori, da Mateo Kovacic a Zlatan Ibrahimovic. Ma senza certezze all’interno della società l’a.d. rossonero è bloccato, ha letteralmente le mani legate.

Le uniche mosse finora hanno riguardato alcuni rinnovi contrattuali, su tutti quello di capitan Riccardo Montolivo, già concordati da tempo e che non hanno avuto bisogno dell’avallo presidenziale. Per il resto c’è il forte rischio che bisognerà attendere almeno altri dieci giorni prima di aver ben chiaro il quadro della situazione. La panchina è vacante, il mercato è fermo, i tifosi sono inferociti ed impazienti. L’impressione è che l’8 luglio prossimo al raduno di Milanello il clima non sarà dei migliori.

 

Redazione MilanLive.it