Milan, Mauri chiesto dal Pescara. Atalanta su Matri

José Mauri
José Mauri (©Getty Images)

CALCIOMERCATO MILAN – Se in entrata il mercato del Milan è bloccato ed è difficile ipotizzare acquisti prima della definizione della situazione societaria, in uscita invece qualcosa forse si può muovere e giungono delle indiscrezioni in merito.

Il portale calciomercato.com rivela che l’Atalanta ha messo Alessandro Matri nel mirino. Il centravanti torna a Milanello dopo il prestito alla Lazio e probabilmente deve cercarsi una nuova squadra, dato che non dovrebbero esserci molte chance per lui di restare in rossonero. Il club bergamasco pensa a lui nell’eventualità in cui sia Marco Borriello che Mauricio Pinilla dovessero andarsene.

La presenza di Gian Piero Gasperini sulla panchina nerazzurra può spingere l’ex Cagliari e Juventus ad accettare il trasferimento. I due hanno lavorato bene insieme al Genoa nella prima parte della stagione 2014/2015. L’ostacolo alla buona riuscita dell’operazione è senza dubbio rappresentato dallo stipendio di Matri, che al Milan percepisce ben 2,7 milioni di euro netti annui e pertanto l’Atalanta non può garantire il medesimo importo. Le strade sono due: a) in caso di prestito, i rossoneri dovrebbero partecipare al pagamento dell’ingaggio; b) in caso di trasferimento a titolo definitivo, il calciatore dovrebbe fare un grosso sacrificio riducendo drasticamente le proprie pretese.

Se su Matri c’è l’Atalanta, invece sul giovane José Mauri è piombato il Pescara. A rivelarlo a Sportitalia è il giornalista esperto di calciomercato Alfredo Pedullà, il quale conferma i contatti per Gianluca Lapadula e spiega che gli abruzzesi vorrebbero inserire il centrocampista ex Parma nella trattativa. Un’idea non facile da concretizzare, dato che il ragazzo è molto apprezzato da Cristian Brocchi e che il suo stipendio è comunque alto (circa 1 milione netto annuo) per le casse dei biancazzurri. Sicuramente l’italo-argentino nella squadra guidata da Massimo Oddo può ritrovare quella continuità di impiego che al Milan non ha avuto nell’ultima stagione, pertanto per il suo processo di crescita non sarebbe una soluzione sbagliata. Però bisognerà vedere se in casa milanista si vorrà puntare su di lui e lo si capirà appena sarà annunciato il prossimo allenatore.

 

Redazione MilanLive.it