QS – Milan, ultimatum di Pellegrini ai cinesi: la situazione

Manuel Pellegrini
Manuel Pellegrini (©Getty Images)

Siamo quasi alla fine di giugno e il Milan continua ad essere un enorme cantiere aperto. Mentre la trattativa fra Fininvest e la cordata cinese prosegue senza sosta, Adriano Galliani sta iniziando a programmare la prossima stagione. Il 7 luglio ci sarà l’inizio del ritiro della squadra a Milanello, ma non si sa ancora con quale allenatore. Le ultime voci parlando di una corsa a due fra Cristian Brocchi e Marco Giampaolo: il primo sostenuto da Silvio Berlusconi, il secondo da Galliani e sponsorizzato da Arrigo Sacchi. Ma ora come ora, la dirigenza rossonera ha praticamente la mani legate: qualsiasi possibilità di manovra è bloccata dalla negoziazione in corso con il consorzio asiatico.

L’edizione odierna di QS, sempre in merito alla questione allenatore, ha rivelato un interessante retroscena. I cinesi, infatti, avrebbero già scartato le ipotesi Brocchi e Giampaolo. Il loro obiettivo è quello di prendere un profilo dal curriculum internazionale, ma soprattutto più esperto. Antonio Conte ha firmato per il Chelsea, mentre Unai Emery è ad un passo dal Paris Saint-Germain. Resta solo Manuel Pellegrini, il quale ha già lanciato un ultimatum ai rossoneri: “Decidete in fretta cosa fare, io aspetto ancora pochi giorni“, avrebbe riferito il cileno a chi gli sta vicino.

Qualche settimana fa si era parlato di un imminente viaggio dell’ex Manchester City in Italia per firmare con i rossoneri. Ma questa voce non ha poi trovato conferme. La verità è che al momento la situazione è in totale confusione, con anche i problemi fisici di Berlusconi di mezzo. Dopo un periodo di scetticismo, in queste ore si sta parlando di un accordo preliminare che verrà firmato il prossimo 30 giugno, ma per il closing finale bisognerà attendere agosto, se non addirittura settembre.

 

Redazione MilanLive.it