Niang, genio e sregolatezza per il Milan

M’Baye Niang
M’Baye Niang (©getty images)

MILAN NEWS – L’ha detto anche ieri sera dopo la vittoria in trasferta sul Bordeaux nella prima amichevole: “So che cose devo migliorare per diventare un campione, ho sbagliato tanto fuori dal campo“. Eppure quel tocco enorme di sregolatezza e follia che proverbialmente accompagna la sua dose di genialità e qualità non sembra lasciarlo mai in pace.

M’Baye Niang, come sostiene il Corriere della Sera continua a viaggiare tra momenti di assoluta qualità tecnica, di comportamenti giusti in campo e prestazioni sopra le righe, e attimi di esagerazione comportamentale, dovuti anche alla giovane età e ad abitudini personali che non sono ancora scomparse. Basti pensare all’infortunio alla caviglia procuratosi a febbraio scorso per un incidente automobilistico dovuto all’alta velocità con la sua auto sportiva. Comportamenti dunque contrastanti per un calciatore che però vuole maturare anche grazie alla cura Vincenzo Montella.

Il tecnico milanista può essere nel complesso soddisfatto della prova di Niang ieri ad Agen, avendo interpretato bene il ruolo di ala d’attacco, ma quel calcetto a palla lontana all’avversario Gajic non fa ben sperare. I propositi sono buoni per l’attaccante francese classe ’94, ma alle parole devono seguire le azioni ed i comportamenti giusti e più adulti. Il Milan punterà su di lui, perché è un talento giovane e di assoluta qualità, ma prima andrà sgombrata la testa da pensieri troppo arditi.

https://www.youtube.com/watch?v=l39hNq4oLHo

 

Redazione MilanLive.it