Melissa Satta e Kevin Prince Boateng
Melissa Satta e Kevin Prince Boateng (foto Tuttosport)

In Italia, ma non solo, tutti hanno applaudito il gesto di Kevin Prince Boateng. Dopo il gol realizzato in Las Palmas-Granada, l’ex Milan ha esposto una maglia con la scritta ‘Forza Italia 27.08.16’.

Una dedica a un Paese al quale è legato e a cui si sente vicino dopo il terribile terremoto che ha colpito il centro Italia. Però il regolamento della Liga non consente questi comportamenti, per quanto lodevoli. Infatti, come riporta Gazzetta.it, all’articolo 91 del Codice disciplinare, è prevista una multa fino a 3 mila euro per il calciatore che “dopo aver segnato un gol o per qualsiasi altro episodio di gioco, mostri una maglia o esibisca qualsiasi tipo di pubblicità, sigle, anagrammi o disegni, qualunque siano i contenuti o le finalità dell’azione“.

Per il momento non è arrivata ancora la comunicazione della sanzione al ghanese. Però, almeno in teoria, la regola sarà applicata. Già in passato è avvenuto. L’ultimo caso ha riguardato Jona, giocatore del Real Jean (seconda divisione iberica), ricevette una multa di 2 mila euro per aver mostrato un messaggio a sostegno di bambini malati di cancro dopo aver segnato un gol. Prima ancora era stato multato anche José Maria Callejon. Ai tempi al Real Madrid, l’esterno del Napoli espose una maglia in memoria di Dani Jarque.

Va comunque detto che commissione d’Appello revocò le sanzioni in ambedue i casi. Ciò potrebbe avvenire anche con Boateng, il quale comunque non avrebbe problemi a pagare la multa. Anche se per gesti di cuore come questi non andrebbe prevista nessuna multa. E intanto anche Melissa Satta, moglie dell’ex giocatore del Milan, su Twitter si è indignata. Queste le sue parole: “Rimango sbalordita! Una dedica all’Italia per un momento difficile,il calcio dovrebbe unire tutti!”.

 

Redazione MilanLive.it