Filippo Inzaghi (Getty Images)
Filippo Inzaghi (Getty Images)

MILAN NEWS – Il suo divorzio dalla panchina del Milan non è stato dei più lievi, soprattutto perché la sua storia rossonera prima della stagione 2014-2015 da allenatore aveva vissuto momenti epici e picchi di trionfi eccellenti. Filippo Inzaghi è stato esonerato al termine del campionato, dopo un andamento sotto le aspettative ma anche per responsabilità non propriamente sue, visto il momento di caos e confusione del Milan a livello di società e di scelte sul mercato.

Ma il legame tra Inzaghi e i colori rossoneri non può essere cancellato da una sola annata storta come tecnico. Il giovane mister è ripartito, dopo un anno di stop, dal Venezia, club di Lega pro che sta cercando di tornare nel calcio che conta, avendo puntato proprio su Super Pippo in panchina e su un dirigente come Giorgio Perinetti alla guida delle decisioni tecniche. Intervistato ieri sera da Sky Sport, Inzaghi ha comunque ammesso di seguire ancora le vicende rossonera, stavolta solo da tifoso o ex stella: “Seguo sempre con un certo affetto il Milan, è una società importante per me. Ho i colori rossoneri sempre nel mio cuore, dunque gli auguro un futuro certamente positivo e migliore“.

Parole dolci di Pippo il quale, chissà, un giorno quando sarà più esperto e maturo come allenatore potrebbe anche tornare a Milanello. Intanto osserva i giovani talenti già guidati da lui stesso in Primavera e spera di portare Luca Vido, giovanissimo attaccante rossonero, in quel di Venezia.

Redazione MilanLive.it