Gianluca Lapadula
Gianluca Lapadula (©Getty images)

MILAN NEWS – Nell’amichevole del Milan contro il Bournemouth si sono visti in campo per la prima volta i nuovi acquisti. José Sosa in cabina di regia, Mario Pasalic al suo fianco, Leonel Vangioni da terzino sinistro e Gianluca Lapadula. Quest’ultimo, che aveva già debuttato per pochi minuti contro il Napoli, è partito da ala destra, per poi accentrarsi continuamente e appoggiare Luiz Adriano. Nella ripresa, con l’ingresso di Cosimo La Ferrara e l’uscita del brasiliano, l’ex Pescara ha svariato per tutto il fronte offensivo.

La sua prestazione, tenendo in considerazione le precarie condizioni fisiche e un contesto del tutto nuovo per lui, è stata positiva. Poco incisivo in area di rigore, anche perché il Milan non ha costruito tante palle gol. Ma quello che ha impressionato è la voglia e la grinta che ha messo in campo per tutto il tempo. Lo sottolinea anche Tuttosport, che elogia proprio questa sua propensione al sacrificio, che lo ha portato più volte alla conquista della palla nella metà campo avversaria, con grande forza e pressing. Non sono passati inosservati anche i calzerotti abbassati, proprio come gli attaccanti vecchio stile. E lui, per movenze e determinazione, ricorda proprio il centravanti d’altri tempi.

Dopo tanta gavetta, Lapadula ha conquistato un’occasione più unica che rara, a 26 anni. E’ arrivato nel calcio che conta molto tardi e ora ha intenzione di rimanerci a lungo. Non è un caso se, stando alle indiscrezioni che circolano, l’ex Teramo abbia conquistato molto vantaggio nelle gerarchie di Vincenzo Montella, che ora potrebbe puntare su di lui per il ruolo di vice Carlos Bacca.

 

Redazione MilanLive.it