José Sosa
José Sosa a Milanello (foto acmilan.com)

MILAN NEWS – Fare di necessità virtù; è quello che sta provando a mettere in pratica Vincenzo Montella con il suo Milan, con il materiale umano e tecnico a disposizione dopo una sessione di mercato estivo che non si può dire ricca di rinforzi di primo livello. L’allenatore rossonero sperava almeno in un paio di rinforzi in più, un centrale difensivo e un regista di centrocampo che potessero aumentare le alternative utili, ma le scarne finanze del club non hanno aiutato tale impresa.

Ieri dunque nell’amichevole di Bournemouth, Montella ha provato nuove soluzioni, sperando nell’adattabilità di alcuni suoi calciatori. Uno su tutti José Sosa, che come scrive la Gazzetta dello Sport è stato impiegato per la prima volta da regista davanti alla difesa. Per l’argentino si è trattato del quarto ruolo diverso ricoperto in carriera: in patria, ai tempi dell’Estudiantes era schierato come trequartista centrale, abile nel girovagare tra le linee. Nelle varie esperienze europee, da Napoli fino a Madrid passando per Monaco, spesso è andato in tilt giocando da esterno alto di centrocampo, non proprio l’ideale per uno come ‘El Principito’, non proprio rapidissimo nello scatto.

Il miglior ruolo forse per lui è quello ricoperto al Besiktas negli ultimi due anni, quello di intermedio di centrocampo con licenza ad attaccare lo spazio sulla trequarti, posizione che sembrava dovesse avere anche nel Milan prima dell’arrivo di Mati Fernandez. Ora Montella vuole rilanciarlo in cabina di regia ma il primo esperimento è riuscito solo a metà: tanti errori facili ma anche qualche buono spunto. Solo col lavoro sul campo Sosa potrà migliorare in un ruolo che sembra comunque poter gestire al meglio.

Redazione MilanLive.it