Alessio Romagnoli
Alessio Romagnoli (©Getty Images)

MILAN NEWSAlessio Romagnoli è stato interpellato da Premium Sport ed ha rilasciato alcune dichiarazioni. Si è parlato di calciomercato, con riferimento all’offerta del Chelsea, di Vincenzo Montella, di derby e del match con l’Udinese.

Queste le sue parole: “Abbiamo cominciato il campionato con una vittoria, peccato perché a Napoli è mancato un poco per vincere. Montella urla meno di Mihajlovic. Gratifica essere stato cercato dal Chelsea, ma sono felice di essere rimasto al Milan. Derby? Manca tanto, comunque dell’Inter i giocatori che temo di più sono Icardi ed Eder. Obiettivo contro Udinese? Vincere e convincere”.

Per quanto concerne la campagna acquisti ha dichiarato: “Non ci devono essere scuse, società e mister hanno fatto le loro scelte e ora tocca a noi sul campo. Tra i nuovi arrivati mi ha impressionato Lapadula. Non dà punti di riferimento perché si muove sempre, a mio parere può giocare anche esterno: ha velocità e cambio di passo. Gustavo Gomez arriva da un altro campionato, piano piano si abituerà”. L’obiettivo stagionale rimane sempre quello del ritorno nelle coppe europee: “Fa rabbia aver mancato l’Europa lo scorso anno e fa ancor più rabbia la sconfitta in finale di Coppa Italia. Questo deve essere l’anno buono perché è da un po’ troppo che non giochiamo in campo europeo, ed è il nostro obiettivo“.

Il giovane difensore rossonero ha le idee chiare. La squadra non può fallire contro l’Udinese a San Siro. Va riscattata la sconfitta per 4-2 contro il Napoli al San Paolo. Una squadra in cui lui avrebbe potuto non giocare se il Milan avesse accettato l’offerta da 35-40 milioni di euro avanzata dal Chelsea. La la società ha respinto al mittente l’alettante proposta. Mister Montella così non ha perso uno degli elementi cardine dell’organico. Certo, Alessio deve ancora crescere tanto, però l’età è dalla sua e il talento non gli manca.


Redazione MilanLive.it