Casa Milan
Casa Milan (©Getty Images)

MILAN NEWS – Nel Milan di proprietà cinese del futuro ci sarà spazio anche per figure italiane. Ne sono prova la decisione di ingaggiare Marco Fassone come direttore generale e amministratore delegato, quella imminente di prendere Massimiliano Mirabelli dall’Inter per il ruolo di direttore sportivo e il possibile ritorno in società di grandi ex giocatori italiani.

Si sono fatti i nomi di Paolo Maldini, Demetrio Albertini, Alessandro Costacurta e Massimo Ambrosini. Ma se per il primo sembrano esserci poche speranze, visto il desiderio della leggenda rossonera di avere un ruolo di primo piano, per gli altri ci sono spiragli maggiori. I cinesi intendono introdurre nel Milan delle figure che possano non solo rappresentare il club, ma anche trasmettere dei valori ai giocatori. Quei valori che da qualche anno sembrano essere andati persi.

Ma i futuri proprietari interverranno anche nella composizione del Consiglio di Amministrazione. Sicuramente al suo interno ci saranno membri di nazionalità cinese, ma verrà anche salvaguardata l’italianità del Milan. Il quotidiano La Repubblica ha rivelato che tra i nuovi ingressi nel CdA dovrebbe esserci Fabrizio Viola, ex amministratore delegato della banca Monte dei Paschi di Siena. Fresco di dimissioni, è un tifoso milanista è molto vicino a Fininvest e noto nel mondo della finanza. Dopo il closing di novembre dovrebbe divenire consigliere della società. Ma c’è curiosità di conoscere i nomi degli altri membri, oltre che degli investitori.

 

Redazione MilanLive.it