Vincenzo Montella
Vincenzo Montella (©Getty Images)

Vincenzo Montella al termine di MilanUdinese si è concesso ai microfoni di Sky Sport.

Queste le sue considerazioni sulla partita giocata a San Siro: “Potevamo fare di più in costruzione di gioco, essere più veloci e meno prevedibili. L’Udinese è stata brava a chiudersi e ci ha creato difficoltà. La partita era prevedibile così, serve un episodio per sbloccarla. Sono stati più fortunati loro nel finale. Il pareggio sarebbe stato più giusto. Serve migliorare, spiace commentare una sconfitta. Ci sono margini di miglioramento e cose positive da salvare“.

Montella ha poi proseguito la sua analisi sulla squadra così: “A volte inconsciamente la squadra accetta cosa avviene in campo, bisogna crederci di più e non accettare semi-passivamente cosa la partita dice. Sicuramente oggi passo indietro sulla continuità rispetto alle altre partite. L’importante è sopperire alle mancanze. Io sono qui non per cercare alibi e giustificazioni. Ho entusiasmo e i ragazzi sanno le idee di calcio che dobbiamo portare avanti. Bisogna rialzarsi“.

Il mister è stato interpellato su Suso e il suo egoismo odierno: “Sta facendo un gran lavoro, cresce. Gli avevo chiesto di più, perché volevo creare problemi sulla fascia grazie alla sua qualità. A volte non è facile vedere la soluzione più logica e migliore, ci sta sbagliare“.

Montella ha concluso il suo intervento nella seguente maniera: “Bisogna essere convinti su ciò che portiamo avanti. Sarebbe bello avere un cammino lineare, ma capitano passi indietro e possono aiutare a farne in avanti“.

 

Matteo Bellan – www.milanlive.it