M’Baye Niang
M’Baye Niang (©getty images)

MILAN NEWS – L’Udinese ha sbancato San Siro sconfiggendo un Milan incapace di avere la meglio contro una squadra che sulla carta si presentava sfavorita alla viglia della partita.

I rossoneri non sono riusciti ad essere abbastanza rapidi e imprevedibili nella loro manovra di gioco. Ciò ha impedito loro di essere incisivi in fase offensiva. Vincenzo Montella in panchina non aveva le pedine giuste per dare una scossa ai suoi ragazzi. Ha provato ad inserire Keisuke Honda e Gianluca Lapadula, però non è bastato.

Sicuramente ha pesato l’assenza per squalifica di M’Baye Niang in attacco. Il francese garantisce velocità e imprevedibilità, oltre che fisicità. Inoltre è un giocatore che sa saltare l’uomo ed essere pericoloso in area avversaria. Sicuramente le sue qualità avrebbero fatto comodo al Milan contro l’Udinese. Però non può bastare la mancanza dell’ex Caen per giustificare la sconfitta di San Siro.

La squadra doveva dare molto di più. Pur non essendo un top team, quello milanista doveva metterci più impegno per conquistare i tre punti. Sicuramente l’organico rossonero, quando privato dei titolari, fa molta fatica. I ricambi non sempre sono all’altezza e, come accennato in precedenza, manca chi sia in grado di dare una scossa a gara in corso. Montella spera di avere meno defezioni possibili fino a gennaio, quando i cinesi dovrebbero andare a rinforzare la sua squadra. Perché se basta l’assenza di Niang a mettere in crisi il Milan, allora siamo messi male. Con tutto il rispetto per il buon M’Baye, talento con margini di crescita ancora interessanti.

Redazione MilanLive.it