Demetrio Albertini
Demetrio Albertini (©Getty Images)

MILAN NEWS – Non bastasse la situazione del Milan in campo, ancora una volta negativa e senza prospettive concrete, anche le questioni sulla futura dirigenza rossonera fanno discutere, ancor prima che si sia insediata la nuova proprietà di origine cinese.

Succede anche questo nel calderone di Milanello, visto che il futuro dg Marco Fassone si è visto contestare il proprio lavoro, non ancora ufficiale tra l’altro, da alcuni grandi ex campioni della storia milanista, personaggi accostati ad un ruolo all’interno della società.

Come riporta Tuttosport quest’oggi, manca il dialogo tra Fassone ed i possibili futuri rappresentanti del club rossonero. L’ex dirigente interista aveva pensato ad una rosa di ex calciatori del grande Milan del recente passato per riavvicinare i tifosi alla società e rendere più riconoscibile la squadra anche a livello internazionale. Ma ancor prima di instaurare dialoghi e contatti, i vari Demetrio Albertini e Alessandro Costacurta si sono chiamati fuori in modalità anche piuttosto brusche, accusando in qualche modo Fassone di star costruendo a rallentatore un Milan troppo nerazzurro.

Nervi tesi tra il direttore generale e le ‘bandiere’ in questione; ecco perché il discorso di un ingaggio futuro è rimandato, oppure ampliato verso altre figure, alcuni outsider finora ancora non nominati. Paolo Maldini stesso non è convinto di tale possibilità e dovrebbe restarsene sereno negli Stati Uniti a controllare il suo Miami FC, mentre Massimo Ambrosini aspetta la chiamata. Le polemiche innescate dopo neanche una settimana dal versamento della caparra a Fininvest però non fanno ben sperare per il futuro del club.

Redazione MilanLive.it