Mauro Tassotti
Mauro Tassotti (©Getty Images)

MILAN NEWS – Dopo 36 anni di Milan, Mauro Tassotti ha deciso di seguire Andriy Shevchenko sulla panchina della Nazionale ucraina da vice. Per l’ex terzino rossonero non è facile dimenticare il club di via Aldo Rossi: “Sono fuori dal club da appena un mese e mi devo ancora abituare“, ha detto ai microfoni della Gazzetta dello Sport. Un breve commento, poi, sulla sconfitta di domenica pomeriggio: “Con l’Udinese non ci voleva, ma sono convinto che torneranno trionfi. Serve pazienza”.

Ma il tema più caldo del momento, forse anche più delle questioni di campo, riguarda la vicenda della vecchia gloria da inserire nella nuova società di stampo cinese. “Sono solo glorie, non vecchie, visto che sono tutti in formissima”, sottolinea Tassotti. Che poi aggiunge: “Una figura così serve, se il nuovo Milan vuole fare una cosa intelligente ne deve scegliere uno“. Demetrio Albertini e Alessandro Costacurta, almeno per ora, tagliati fuori dopo le recenti esternazioni. Paolo Maldini e Massimo Ambrosini i nomi più caldi, ma al momento Marco Fassone sembra aver congelato la ricerca.

 

Redazione MilanLive.it