Jose Sosa
Karol Linetty e Jose Sosa (©Getty Images)

MILAN NEWS – Promosso all’esordio da titolare, bocciato alla seconda consecutiva. Dovrà trovare un certo equilibrio nelle sue prestazioni l’argentino José Sosa, che dopo aver sorpreso un po’ tutti nel match contro l’Udinese, che lo ha visto tra i migliori in campo per precisione nel palleggio e coraggio in fase di conclusione, ha fatto un brutto passo indietro nella sfida vinta dal Milan ieri contro la Sampdoria, deludendo per i troppi errori in mezzo al campo che hanno messo in difficoltà l’intero reparto milanista.

Come scrive oggi il Corriere della Sera, nello scialbo primo tempo giocato dalla squadra di Vincenzo Montella c’è lo zampino di un Sosa ancora fuori giri, schierato come mezz’ala destra ma stavolta in debito di ossigeno e molto più lento e impacciato rispetto alla sfida di domenica scorsa. Un segnale di certo negativo ma non così grave per il Milan, che sa di dover lavorare molto su questo 31enne abituato ad un calcio diverso, come quello turco.

Montella lo ha confermato titolare dopo la buona prova contro l’Udinese anche per le tante assenze in mezzo al campo, tra la squalifica di Juraj Kucka e l’indisponibilità di Andrea Bertolacci e Mati Fernandez. Più strano invece il cambio con Manuel Locatelli, il giovane regista piazzato davanti alla difesa accanto a Riccardo Montolivo; deludente l’impatto del talento 18enne, incapace di migliorare il centrocampo rispetto alla prova di Sosa.

Redazione MilanLive.it