Fernandez Suso
Fernandez Suso (©Getty Images)

MILAN NEWS – Curiosa la storia di Suso, arrivato al Milan 2015 e molto presto finito nel dimenticatoio. Filippo Inzaghi prima e Sinisa Mihajlovic poi non gli hanno dato fiducia.

Adesso, invece, lo spagnolo è un elemento insostituibile della squadra di Vincenzo Montella. Fondamentale è stato il prestito al Genoa nel gennaio 2016. Alla corte di Gian Piero Gasperini il 23enne di Cadice si è rilanciato decisamente. Ha avuto lo spazio per giocare e mettere in mostra le sue qualità. Al ritorno a Milanello si è visto un giocatore trasformato.

Il Milan in estate ha ricevuto offerte da 10 milioni di euro o anche più, scrive il Corriere dello Sport, e poteva fare una buona plusvalenza. Infatti versò al Liverpool solo 500 mila euro, data la scadenza contrattuale ravvicinata dal ragazzo. Ma Suso ha voluto rimanere in rossonero e Montella ha fatto in modo che la cessione venisse bloccata. Per il club non è stato facile dire no, visto che non aveva un budget sostanzioso per il calciomercato e ha dovuto autofinanziarsi. Però, alla fine, è stata presa la decisione migliore.

Suso è stato preferito a Keisuke Honda nel ruolo di esterno destro offensivo ed è intoccabile per l’allenatore. Nelle prime quattro giornate ha realizzato una rete bellissima a Napoli e servito due assist-gol. Ma va detto che sono stati diversi i passaggi importanti dello spagnolo, anche se poi non è arrivata una marcatura. Soprattutto Carlos Bacca sembra beneficiare delle giocate dell’ex Liverpool, come avvenuto contro la Sampdoria a Genova.

E le prestazioni del numero 8 rossonero non sono passate inosservate neppure in Spagna. Il commissario tecnico della Nazionale, Julien Lopetegui, ha cominciato a farlo seguire dai suoi collaboratori. Lo rivela sempre il Corriere dello Sport. Suso ha già fatto la trafila dalla Under 17 alla Under 21, gli manca solo la selezione maggiore. Se il suo rendimento al Milan crescerà ulteriormente, potrà coronare un sogno importante.

 

Redazione MilanLive.it