Mbaye Niang
Mbaye Niang su rigore (©getty images)

MILAN NEWS – Almeno per una notte il Milan torna ad assaporare una classifica da Champions League, ad occupare i piani alti ed a sentirsi nuovamente importante. La seconda vittoria consecutiva in campionato, il 2-0 di ieri sera sulla Lazio, sembra un avviso ai naviganti, a coloro che facevano già i conti per i primi posti escludendo la squadra rossonera, giudicandola non all’altezza. La prova di San Siro colpisce invece per cinismo, concretezza e capacità nel gestire i momenti complicati.

Come ha scritto la Gazzetta dello Sport, ieri la Lazio ha fatto la partita, vincendo la guerra sul possesso palla (52% contro il 48% complessivo del Milan) e sfiorando il vantaggio ad inizio match, ma i padroni di casa hanno saputo finalmente reagire e colpire appena possibile. Il solito Carlos Bacca, tornato titolare dopo lo stop che evidentemente gli ha fatto bene a Genova, segna dopo una cavalcata di 30 metri alla prima occasione utile, mettendo il Milan in condizioni di gestire la gara.

Nella ripresa la squadra di Vincenzo Montella soffre meno e si sente più in controllo, alzando il livello di giro-palla e creando svariate occasioni nitide da gol. Un fallo di mano sciocco di Stefan Radu regala il penalty che chiude la gara, realizzato dal freddissimo M’Baye Niang, anche lui autore di una prova continua e ricca di spunti. Per Ciro Immobile e compagni, che escono comunque a testa alta da San Siro, neanche la possibilità di accorciare le distanze. Un 2-0 secco che rilancia le ambizioni di un gruppo dato per morto per troppo tempo, abile a vincere utilizzando tutte le armi a propria disposizione.

https://www.youtube.com/watch?v=nelD7ACLw-g

Redazione MilanLive.it