Sonny Wu
Sonny Wu (foto dal web)

MILAN NEWS – La notizia lanciata in mattinata dalla rivista economica Bloomberg riguardo alla possibile documentazione bancaria falsa utilizzata dai cinesi per l’acquisizione del Milan sta facendo il giro del mondo e facendo pervenire ancora più dubbi sulla reale composizione e possibilità economica di investimento da parte della cordata Sino-Europe Sports. Difficile capire quanto di veritiero ci sai in questo retroscena, anche se da Pechino arrivano le prime smentite assolute.

A fare chiarezza ha provato quest’oggi, tramite il suo profilo Twitter, il giornalista esperto di economia sportiva Andrea Montanari, nota penna di Milano Finanza. Secondo il suo parere il retroscena odierno sarebbe frutto di voci messe in circolazione addirittura da due soggetti che erano molto vicini all’acquisizione delle quote Milan ma che sono stati letteralmente emarginati dopo i ritardi con Fininvest e la rottura nell’affare con Nicholas Gancikoff, ex advisor degli investitori asiatici.

Pare che Sonny Wu e Steven Zheng, i primi manager cinesi ad interessarsi seriamente all’acquisto della maggioranza Milan, siano i protagonisti di questo spargersi di notizie poco edificanti per la buona riuscita dell’operazione. I due suddetti investitori sarebbero ancora scottati per l’uscita di scena repentina e avrebbero addirittura provato a rientrare in gioco mettendo in giro certe voci. Secondo Montanari inoltre il closing atteso per fine novembre dovrebbe ormai essere una formalità per ora intaccabile.

 

 

Redazione MilanLive.it