Keita Balde Davide Calabria
Keita Balde e Davide Calabria (©Getty Images)

MILAN NEWS – Silvio Berlusconi nel luglio 2009 dichiarò di volere un Milan di giocatori under 23. Sette anni dopo, il suo progetto non è totalmente realizzato, ma la strada è quella giusta. Così scrive oggi La Gazzetta dello Sport.

Una situazione che magari si è creata più per necessità che per scelta, visto che in momento di austerità è normale seguire la linea verde. Martedì sera contro la Lazio i rossoneri hanno schierato in campo contemporaneamente cinque elementi under 23. Si tratta di Gianluigi Donnarumma, Davide Calabria, Alessio Romagnoli, Suso e M’Baye Niang. Nel secondo tempo è entrato pure Manuel Locatelli, al posto dello spagnolo ex Liverpool. E non dimentichiamo che Mattia De Sciglio non ne ha ancora compiuti 24.

Tutti questi ragazzi se la sono cavata bene e il Milan ha vinto una partita importante. Nelle prime cinque giornate la squadra di Vincenzo Montella ha avuto un’età media di 25 anni e 10 mesi, considerando chi è sceso in campo. La Gazzetta dello Sport scrive che un dato più basso lo troviamo solo nella stagione 1985-96, quando c’era Nils Liedholm in panchina. Si arrivò a 25 anni e 3 mesi. Nella scorsa è stata di 27 anni e tre mesi. Mai sotto i 29 tra il 2006 e il 2012. Il picco si è raggiunto nel 2007-08 con 30 anni e 5 mesi.

Se il Milan ha davvero svoltato, lo scopriremo sicuramente nelle prossime campagne acquisti. Per il momento il club si gode i suoi gioielli, soprattutto quelli provenienti dal settore giovanile. Come Calabria, De Sciglio e Locatelli. Senza scordare Donnarumma, comunque arrivato nel vivaio milanista a 14 anni.

Contro la Lazio gli occhi erano puntati soprattutto su Calabria. Il 19enne terzino era chiamato a sostituire Ignazio Abate e lo ha fatto alla grande. E’ serio, ha personalità e non teme nessuno. Sta scalando le gerarchie. Montella lo apprezza molto e lo stesso vale per Locatelli. Manuel ha un anno in meno e ha avuto modo finora di giocare due spezzoni contro Sampdoria e Lazio. Entrambe le volte ha ben figurato. Nell’ambiente rossonero si auspica che sarà lui il prossimo ad esplodere.

 

Redazione MilanLive.it