Silvio Berlusconi
Silvio Berlusconi, Hal Li e Yonghong Li (Photo by XH Sports)

MILAN NEWS – Continuano a susseguirsi le voci riguardanti la composizione della cordata cinese che acquisirà entro la fine del 2016 le quote di maggioranza del Milan. Il closing, previsto per metà-fine novembre prossimo, scriverà la parola fine riguardo ai tanti dubbi dei media e della stampa internazionale sulle vere intenzioni e possibilità economiche della Sino-Europe Sports. Nel frattempo si continua a parlare di una cordata non ancora completa e avvolta nel mistero.

Come scrive la Gazzetta dello Sport in effetti per ora si conosce solo la posizione di Yonghong Li in quanto primo rappresentante del consorzio cinese e quello di Haixia Group, azienda semi-statale che è pronta ad appoggiare l’operazione. Ma dopo le voci, subito smentite, su una presunta documentazione finanziaria falsa presentata a Fininvest, ieri sono spuntate indiscrezioni riguardo una sorta di anticipo versato da vari istituti bancari della Cina per coprire l’investimento mancante, in attesa di reperire nuovi soci nell’affare Milan.

In tal senso sarà fondamentale dunque la quotazione del Milan in Borsa, modalità con la quale la cordata riuscirà a inserire nuovi soci di minoranza al proprio interno e rientrare dall’eventuale prestito delle banche. Una situazione economica e strategica piuttosto intricata, che però come detto è destinata a risolversi con il tanto atteso annuncio del closing.

 

Redazione MilanLive.it