Vincenzo Montella
Vincenzo Montella (©Getty Images)

Vincenzo Montella al termine di Fiorentina-Milan si è concesso ai microfoni di Sky Sport. Queste le sue prime dichiarazioni: “Nel finale è stato un episodio ed evito di commentare solitamente, ci può stare. E’ stata una bella partita“.

Ha poi proseguito così il mister: “Renzi è venuto a salutarci, ha fatto piacere. Abbiamo concesso troppo nel primo tempo, siamo stati timorosi e poco continui. Dovevamo fare di più. Nella ripresa match più veloce e abbiamo creato maggiormente. Nella secondo tempo superiore il Milan. Mi è piaciuta la voglia di vincere. Esame superato con un voto minimo. Dobbiamo abituarci a fare più esami positivamente. Con Della Valle ci siamo lasciato con incomprensioni, oggi mi ha fatto piacere essere chiamato e averci parlato. Rispetto la Fiorentina“.

Montella ha aggiunto quanto segue nella sua analisi: “Stiamo costruendo una base da cui partire, la squadra aveva bisogno di compattezza per metterci qualità e poi riuscire ad esprimersi al meglio. Sono importanti risultati e prestazioni. So che non possiamo sempre vincere, ma sono contento di come la squadra si applica. La squadra mi segue, c’è uno spirito che mi piace. Kucka? E’ unico nella rosa, garantisce fisicità e temperamento. Sta crescendo e lavora bene in funzione della squadra“.

Leonardo gli chiede di M’Baye Niang, che voleva al PSG quando il francese era al Caen: “Ha dimostrato maturità importante da quanto ci sono io. Deve crescere in continuità e concentrazione, ha volontà di riuscirci”. Sulla qualificazione in Champions League dice: “Il Milan deve puntare in alto, ma la strada è lunga e difficile. Ci sono squadre più attrezzate. Dobbiamo guardare su ed essere equilibrati allo stesso tempo”.

 

Redazione MilanLive.it