Vincenzo Montella Suso Giacomo Bonaventura
Vincenzo Montella, Suso e Giacomo Bonaventura (©Getty Images)

MILAN NEWS – In casa Milan ci si gode il buon momento di forma della squadra, dopo le due vittorie consecutive con Sampdoria e Lazio e la voglia dimostrata da un gruppo troppo spesso criticato e sottovalutato. Ma Vincenzo Montella sa che ora arriva il difficile, non soltanto per la durezza del calendario che prevede altri due scontri diretti consecutivi per l’Europa, bensì perché i riflettori si sono accesi sul suo Milan che può tornare finalmente protagonista.

Una gara tutta da vivere per il tecnico campano, che torna nello stadio che per tre anni lo ha accolto alla grande e lo ha consacrato come uno degli allenatori più interessanti e capaci del nostro calcio. Come riporta la Gazzetta dello Sport il sentimento di Montella per la Fiorentina non è scomparso: “E’ stata la mia miglior parentesi da allenatore. Mi spiace per come è finita, capendo potenzialità e strategie di investimento avevo detto alla società che non mi sentivo più motivato e chiesto di essere liberato. Mi era stato detto che era giusto, che mi capivano, poi è andata come è andata“.

Ieri in conferenza stampa Montella ha voluto analizzare ulteriormente la buona vena del suo attacco, un tridente che si sta comportando alla grande ogni settimana con qualità ed equilibrio: “Per caratteristiche sono complementari, e anche l’età è giusta. Penso di avere a disposizione un trio da Champions”. E saranno proprio Suso-Bacca-Niang i tre elementi chiave in fase di ripartenza per il Milan, che dovrà cercare di superare una formazione che davanti al pubblico amico non sembra steccare mai.

Redazione MilanLive.it