Il contatto Luiz Adriano-Tomovic (©getty images)
Il contatto Luiz Adriano-Tomovic (©getty images)

MILAN NEWS – Tante discussioni nel pre-partita di Fiorentina-Milan, figuriamoci dopo il fischio finale di un match caldissimo e ricco di decisioni arbitrali controverse. Il tutto si riconduce agli ultimissimi minuti di gioco quando il neo entrato Luiz Adriano, attaccante rossonero che sostituiva Carlos Bacca nel finale, veniva atterrato all’ingresso dell’area viola dal serbo Nenad Tomovic, alla ricerca del pallone con una scivolata a dir poco rischiosa. L’arbitro della gara, il sig. Daniele Orsato, preferiva far finta di nulla lavandosene le mani.

Un episodio contestatissimo anche da Vincenzo Montella, che a fine gara si è scagliato verso Orsato chiedendo spiegazioni. Come ha analizzato la Gazzetta dello Sport di oggi, l’episodio appare nettamente falloso, ma l’intervento di Tomovic è appena fuori dall’area fiorentina, dunque sarebbe stato calcio di punizione dal limite (comunque occasione ghiotta) e espulsione per il difensore per fallo da ultimo uomo su chiara occasione da rete. Una situazione che con la Video assistant refreees, ovvero il sistema tecnologico con i monitor che segnalano il replay all’arbitro, si sarebbe potuta valutare con assoluta precisione.

Anche la Fiorentina aveva protestato nel primo tempo per un mani di Gabriel Paletta in area milanista giudicato però involontario da Orsato, il quale non ha avuto dubbi ad assegnare il giusto penalty per fallo di Davide Calabria su Borja Valero. Giusto anche il giallo al difensore del Milan, non il ‘rosso’ punitivo visto che il calciatore della viola non aveva a disposizione il pallone al momento della trattenuta.

https://www.youtube.com/watch?v=_d6Phw5zbIY

Redazione MilanLive.it