Mattia De Sciglio
Mattia De Sciglio (©Getty Images)

MILAN NEWS – Nemmeno il tempo di godersi i complimenti. Cinque giorni fa, contro la Lazio, si è visto il Mattia De Sciglio da Nazionale, fra i migliori dell’Italia di Antonio Conte all’Europeo francese. A Firenze, nonostante il rientro di Luca Antonelli, ha avuto l’occasione di ripetersi e dimostrare definitivamente di essere maturato; ma l’esame, purtroppo, non si può considerare superato.

Primo tempi praticamente da dimenticare per lui: troppe volte ha lasciato andare via facilmente Federico Bernardeschi e ha calcolato molto male i tempi d’intervento, proprio come in occasione del calcio di rigore assegnato alla Fiorentina e poi – fortunatamente – sbagliato da Josip Ilicic. Insomma, il solito De Sciglio versione Milan. Meglio nella ripresa, dove si è fatto vedere anche in zona offensiva, con cross insidiosi e anche un tiro dalla distanza (centrale). Per la tenuta difensiva del terzino rossonero sono stati importanti Riccardo Montolivo prima e Manuel Locatelli poi, sempre pronti al raddoppio.

La crescita registrata nella ripresa, comunque, non consegna la sufficienza al numero 2, che ora, con il recupero di Antonelli, rischia di perdere la fiducia del tecnico. Da uno con le sue potenzialità ci si aspetta grandi cose, ma purtroppo queste qualità restano ingabbiate. Speriamo che possano liberarsi con maggiore frequenza e non soltanto a lenta intermittenza.

https://www.youtube.com/watch?v=Aqa8PAaSZJ4

 

Redazione MilanLive.it