Riccardo Montolivo
Riccardo Montolivo (©getty images)

MILAN NEWS – Dimenticate tutti il vecchio Riccardo Montolivo, quel regista timido, impreciso, lento nelle giocate. Oggi il Milan scopre un nuovo calciatore, che a 31 anni ha cominciato a capire come va il tortuoso mondo del pallone, dove ci sarà sempre qualcuno che fischia, critica o persino insulta. L’ex Fiorentina sa di doversi scrollare di dosso l’etichetta di elemento sopravvalutato, anche per quella fascia di capitano rossonera che pesa da matti. E intanto le sue prestazioni sono ampiamente migliorate.

Come scrive la Gazzetta dello Sport è merito anche di Vincenzo Montella, che lo ha liberato da compiti di marcatura e lo propone spesso anche in posizione più avanzata, come accaduto negli ultimi 2-3 match di campionato. Quando è entrato Manuel Locatelli, altro giovane regista di centrocampo, Montolivo ha traslocato più avanti di qualche metro ritrovando la posizione di mezzala o di trequartista, che ha spesso occupato in carriera, ad esempio nella Nazionale italiana che nel 2012 sfiorò la vittoria degli Europei.

In questa particolare annata si sta dunque cominciando a vedere un Montolivo di seconda generazione, più sicuro di se’ nelle giocate ma anche più eclettico ed imprevedibile nei movimenti. E pensare che fino a qualche settimana fa c’era chi avrebbe scommesso su una sua bocciatura dalla squadra titolare, con l’argentino José Sosa pronto a sostituirlo. Niente di vero, mister Montella sa di poter contare sulla sua maturità e lo ha premiato concedendo all’ex Fiorentina una maggiore libertà d’azione.

Redazione MilanLive.it