Paolo Maldini (©Getty Images)
Paolo Maldini (©Getty Images)

MILAN NEWS – Come riporta oggi l’edizione de la Repubblica, nei piani del nuovo Milan e della proprietà cinese c’è la volontà non solo di arricchire il club a livello di sponsor ed investimenti. La cordata che acquisirà le quote di maggioranza vuole riportare, come è noto, un tocco di ‘milanismo’ all’interno della dirigenza con l’inserimento nel management di una bandiera, ovvero un ex campione del passato che possa trattenere rapporti istituzionali tra club, tifoseria e organi calcistici internazionali.

I tifosi milanisti sono molto interessati a questo nuovo ingresso, caldeggiando l’arrivo di elementi in società che conoscano al meglio l’ambiente di Milanello e che abbiano idee innovative sulla gestione del club e della squadra rispetto a quella ormai superata e criticata di Adriano Galliani e compagnia. I più amati dal pubblico sono Paolo Maldini e Demetrio Albertini, votati all’unanimità come due figure fondamentali da affiancare alla proprietà cinese ed indirizzare il nuovo Milan verso ulteriori traguardi.

Ma come riporta il quotidiano nazionale quest’oggi, pare che Marco Fassone, prossimo d.g. milanista, abbia l’incarico di ingaggiarne solamente uno. Infatti nella società c’è solo un posto operativo a disposizione. Né Maldini e né Albertini vogliono fare da uomini-immagine. Intendono avere un incarico con compiti ben precisi. E, chiaramente, ci può essere solo una poltrona di questo topo a disposizione.

Redazione MilanLive.it