Piero Ausilio
Piero Ausilio (©Getty Images)

MILAN NEWS – Il nome di Piero Ausilio era tra quelli accostati al Milan per il ruolo di direttore sportivo. Marco Fassone lo conosce bene dai tempi dell’Inter e sembrava pronto a convincerlo.

In realtà poi è stato scelto Massimiliano Mirabelli. Sarà il capo-scout nerazzurro a ricoprire l’incarico di d.s. sull’altra sponda del Naviglio. Il 30 settembre si è concluso il rapporto col club interista. Dal 1° ottobre Mirabelli ha cominciato a collaborare con la Sino Europe Sports, società veicolo creata dai cinesi per comprare il Milan.

Ausilio nell’intervista concessa al Corriere dello Sport ha negato di aver ricevuto offerte dai rossoneri: «No». Risposta secca la sua. Il direttore sportivo dell’Inter ha poi commentato il passaggio del collega alla corte dei cugini: «Sono felice per lui perché ha una grande occasione ed era giusto che la prendesse in considerazione. Lo aspetto al derby: chi perde paga la cena e chi vince sceglie il ristorante».

Successivamente il noto dirigente nerazzurro viene interpellato sui cinesi che stanno comprando il Milan: «Al Milan conosciamo un po’ di gente (sorride riferendosi a Fassone, Mirabelli e agli altri ex interisti, ndr). Sinceramente faccio fatica a guardare in casa degli altri perché siamo presi dal nostro lavoro. Pensare che il derby di Milano diventerà un derby… cinese però è curioso, ma può essere importante per tutto il movimento e per promuovere il nostro calcio in Asia. Difficile far crescere ulteriormente i ricavi con la vendita dei diritti tv in Italia: è giusto puntare sui diritti tv all’estero, sulla valorizzazione del brand e sul merchandising».

Infine si parla di San Siro e del fatto che Inter e Milan debbano parlarne. Queste le parole di Ausilio: «Stiamo aspettando di avere un interlocutore. Il nostro stadio è bellissimo e lo ha dimostrato ospitando la finale di Champions, ma è un impianto che va modernizzato e utilizzato come fa la Juventus con lo Stadium. Speriamo di riuscirci presto».

 

Redazione MilanLive.it