Marco Fassone
Marco Fassone (©Getty images)

MILAN NEWS – O Paolo Maldini o niente. Se non potrà avere l’ex grande terzino come direttore dell’area tecnica del nuovo Milan, Marco Fassone sembra intenzionato a snobbare l’arrivo di una ‘bandiera’, ovvero di una figura legata ad un forte passato a tinte rossonere per il management. Non tanto perché l’ex dirigente interista non voglia apportare un pizzico di ‘milanismo’ in più, bensì per potersi concentrare in questi giorni su altri programmi assieme alla cordata cinese.

Come ricorda oggi il Corriere dello Sport, Fassone presto volerà personalmente in Cina per incontrare i componenti del fondo di investimento e per parlare con alcuni sponsor. Il progetto di sviluppo commerciale e finanziario su territori asiatici diventa dunque fondamentale in questo momento per il Milan che verrà, visto che l’idea dei cinesi è quella di rientrare immediatamente dalla spesa fatta per acquisire la maggioranza del club proprio con uno sviluppo del marchio rossonero in oriente.

I nomi di Demetrio Albertini o Massimo Anmbrosini dunque per ora restano in stand-by; prima c’è da verificare la consistenza del progetto finanziario e commerciale impostato dai cinesi, anche perché Fassone dovrà capire quante risorse avranno gli investitori al momento del closing definitivo. Inoltre si parlerà anche di strategie sul mercato: il Milan investirà a gennaio solo a due condizioni: la classifica dovrà vedere la squadra di Vincenzo Montella ancora ai piani alti e si acquisteranno calciatori davvero utili e importanti, non semplici doppioni da panchina come accaduto in estate.

 

Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it